Pianta mediamente vigorosa.

Foglie di giuste dimensioni e  robuste (abbastanza resistenti ad attacchi funginei).

Internodi regolari che necessitano di attenzioni nei giorni di scarsa luminosità intervenendo con regolatori di crescita.

Frutti di forma regolare, omogenei, rossissimi e con sepali carnosi, disposti a spina di pesce su un rachide ispessito.

Tolleranze: . Presenta un’ottima tolleranza al TYLCV

Periodi di trapianto: Sicilia: da fine Agosto fino a Febbraio. Puglia: da Settembre a Marzo. Altre regioni: da Dicembre a Marz

Il Redrock F1, se coltivato e concimato senza eseguire forzature in termini di regolatori di crescita e concimazioni azotate elevate,  presenta frutti di dimensioni ridotte (rispetto ai competitors) e peso che si aggira tra i 90 e i 120 gr. Nel caso di forzature, anche di notevoli quantità di concime, i frutti raggiungono facilmente pesi più elevati (130-160 grammi). Non sono MAI stati riscontrati casi di cracking e di decolorazioni a macchia nei frutti (tipiche macchie date da carenza di potassio).

La varietà, prima di essere registrata, è stata provata in tutto l’aerale italiano per cinque anni e, adesso, viene facile poter dire e dimostrare che:

È tra le varietà più tolleranti al TYLCV
È tra le varietà che  presenta frutti più omogenei nel grappolo stesso e tra i grappoli della stessa pianta
È tra le varietà che presenta più continuità ( casi di 32 grappoli a pianta)
È tra le varietà che presenta il più alto grado brix in tutti i periodi coincidenti con il suo ciclo colturale ( al momento non ci risulta che sia stata riscontrata una varietà, della stessa tipologia, con un più alto grado Brix coltivata nelle stesse condizioni).

Ideale per essere venduto anche all’estero avente una elevatissima long shelf life.